Autori: Gerace E, Trabucco P, Carnevale C, Rigoni E

Scopo del lavoro
Valutare la funzione retinica e la stabilità della fissazione nel disturbo depressivo maggiore (DDM) e studiare l’influenza della terapia antipsicotica sulla qualità della fissazione utilizzando il microperimetro MP-1 (Nidek Technologies).

Metodi
Sono stati arruolati 28 pazienti con DDM (di anni 62,5±12,5 ) con acuità logMAR ≤ 0.04 e 30 soggetti sani (SS)(63.62± 14.14 anni) con acuità logMAR ≤ 0.0. Sono stati inclusi episodi singoli (296,2) e ricorrenti (296,3) di DDM in conformità con la IV edizione del Manuale diagnostico dei disturbi mentali (DSM IV). Sono stati esclusi quei pazienti con altre patologie mentali o con altri disturbi oculari diagnosticati. Sia dai pazienti con DDM che dai SS sono state acquisite la sensibilità retinica, la stabilità della fissazione, i punti di fissazione entro i 2 ed i 4 gradi e la bivariate contour ellipse area (BCEA). Tutti i pazienti affetti da DDM erano in terapia con inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI). Inoltre 12 pazienti assumevano anche antipsicotici atipici (gruppo A), 16 pazienti solo gli SSRI (gruppo B). La BCEA media (deg²) è stata normalizzata con una trasformazione logaritmica (Shapiro-Wilk test, p<0.05) ed è stata considerata la prima deviazione standard (68,2%). L’analisi statistica è stata effettuata utilizzando ANOVA con il test di Scheffe e la correlazione di Pearson.

 

Autori: Di Crescenzo C, Valente S, Verboschi F, Salomone M

ABSTRACT

Obiettivo: E’ stata valutata la Sensibilità Retinica, la BCEA 1, BCEA2, BCEA3. L’obiettivo dello studio è determinare la correlazione tra Sensibilità Retinica e Area di Fissazione, calcolata secondo BCEA.

Materiali e Metodi: Mediante microperimetro MP-1 abbiamo analizzato 47 occhi, (13 controlli, 12 Pucker, 9 Miopi patologici, 7 DMS, 5 Glaucoma) di 47 pazienti, 27 femmine e 20 maschi, di età tra 61,44 ± 12,32. Abbiamo analizzato la normalità della curva di distribuzione delle sensibilità retiniche, evidenziando una curva con valore di test Curtosi - 1.04. Dunque la distribuzione non è normale. E’ stato dunque analizzato il coefficiente di spearman nell’identificazione della correlazione tra sensibilità retinica e area di fissazione(BCEA 1,2.3).E’ stata valutata la significatività tra il gruppo controlli e gli altri gruppi, tramite il test t student (t= 0,014545408; p=0.99; I.C =95%). La differenza tra i gruppi non è statisticamente significativa.

Autori: Rigoni E, Carnevale C, Gerace E, Cacciotti V, Trabucco P

Objective/Purpose: To evaluate age-stratified normal bivariate contour ellipse area (BCEA) and repeatability using MP-1 microperimetry.

Materials/Patients: 100 eyes of 100 healthy volunteers (age range: 20-80 years). All patients underwent a fixation test by MP-1 microperimeter (Nidek Technologies).

Methods: All subjects had a logMAR acuity ≤ 0.0 without ocular pathologies on a complete ophthalmological examination. Fixation stability was quantified by calculating the BCEA obtained during a 30 second fixation test. A 2° red cross was used as fixation target. BCEA (deg2) was normalized by logarithmic transformation (Shapiro-Wilk test, p<0.05). Statistical analysis was performed using linear regression analysis and Pearson’s correlation for comparisons. All patients were then stratified by decade of life and unpaired t-test was performed between the groups. Statistical significance was set at P <0.05.

Autori: Salomone M., De Rosa V., Valente S., Di Crescenzo C., Domanico D.

Abstract

Obiettivo: Determinare se la funzione scotopica misurata dalla Microperimetria MP-1 adattata al buio potrebbe essere utilizzato come marcatore precoce di danno dei fotorecettori in pazienti con sindrome Usher. Lo scopo è quello di dimostrare che la MP-1 scotopica è in grado di evidenziare un danno retinico nelle fasi iniziali.

Materiali e metodi: MP-1 microperimetria secondo Crossland et al. è stata eseguita in 10 occhi sani (controlli, 2 maschi e 3 femmine) e 10 occhi con retinite pigmentosa (6 maschi e 4 femmine), in pazienti con età compresa tra 20 e 50 anni. Tutti i pazienti sono stati completamente adattati al buio prima delle prove e le pupille dilatate con Tropicamide all'1%. Poi abbiamo confrontato i risultati con il gruppo di controllo.

Autori: Valente S, Cutini A, De Rosa V, Verboschi F, Salomone M.

ABSTRACT

Purpose: to evaluate the relation between the incidence of redetachment and post-operative days of hospitalization in patients with diagnosis of retinal detachment who underwent surgery: or ab-externo approach (scleral buckling and encircling) or ab-interno approach (vitrectomy and oil-gas tamponade).

Methods: the retrospective study starting from June 2010 to November 2012, included 268 eyes with diagnosis of first retinal detachment episode of 268 patients: 127 males (47%) and 141 (53%) females; mean age of 64.1±17.3 years. 46 patients (17%) underwent a surgical ab-externo approach, instead 222 patients (83%) underwent a surgical ab-interno approach. Patients were graded by “Retinal detachment grading system of Royal college of ophthalmologists” and treated within 5 days after symptoms beginning. The surgeon (EMV) and the ophthalmic operatory theatre were ever the same. In all patients, retina is completely attached. Patients were divided into four groups depending on days of post-operative hospitalization and grade: group A without days of hospitalization (day surgery) consists of 57 ” all grade” patients (21%; 48 ab-interno and 9 ab-externo); group B with one day of hospitalization consists of 75 “grade 1-2” patients (28%; 67 ab-interno and 8 ab-externo), group C with two days of hospitalization consists of 79 “grade 3” patients (29%; 65 abinterno and 14 ab-externo) and group D with three or more days of hospitalization consists of 57 “grade 4” patients (21% ; 42 ab-interno and 15 ab-externo). Redetachment was considered within 30 days after surgery. From August 2012 surgery is performed in day surgery mode according to economic policy.

Autori: Salomone M., De Rosa V., Valente S., Di Crescenzo C., Domanico D.

ABSTRACT

Purpose: To determine whether scotopic function measured by a dark-adapted microperimetry could be used as early marker of photoreceptor damage in patients with Usher syndrome. The purpose is to demonstrate that scotopic MP-1 can evidence retinal damage in early stages.

Method: A MP-1 microperimetry according to Crossland et al. was performed in 10 healthy eyes(controls) and 10 eyes with Retinitis Pigmentosa with age between 20 and 50 year. All patients were fully dark adapted before testing and pupils were dilated with 1% tropicamide. Then we compared the results to classic microperimeter data (MP-1).

Autori: Noce J, Trabucco P, Di Crescenzo C, De Rosa V

ABSTRACT

Scopo: valutazione funzionale e morfologica della vitrectomia 23 G via pars plana in pazienti con edema maculare diabetico refrattario non trattivo.

Materiali e Metodi: 19 occhi di 19 pazienti ( 12 maschi, 7 femmine; 56 ± 7.5 anni) sono stati sottoposti a vitrectomia via pars plana 23-gauge. I pazienti sono stati sottoposti a visita oculistica complessiva con determinazione dell’acuità visiva mediante ottotipo di Snellen. Il Central Macular Thickness (CMT) è stato ottenuto con tomografia a coerenza ottica (Spectralis OCT, Heidelberg Engineering, Heidelberg, Germany), lo studio della fissazione e della sensibilità retinica è stato eseguito con microperimetro MP-1 (versione software 1.7.6, Nidek Technologies, Japan). I dati sono stati analizzati al baseline e 12 settimane dopo chirurgia, e sono stati successivamente sottoposti a trattamento riabilitativo con biofeedback (10 sessioni da 10 minuti).

Autori: Noce J, Salomone M, Di Crescenzo C, Valente S

ABSTRACT

Purpose: morphological and functional assessment of 23 G pars plana vitrectomy in patients with non- tractive refractory diabetic macular edema.

Materials and Methods: 19 eyes of 19 patients  12 males , 7 females , 56 ± 7.5 years) underwent pars plana vitrectomy in 23 -gauge . The patients underwent complete eye examination with determination of visual acuity using the Snellen optotype . The Central Macular Thickness (CMT) has been obtained with optical coherence tomography ( OCT Spectralis , Heidelberg Engineering , Heidelberg , Germany) , the study of fixation and retinal sensitivity was performed with microperimeter MP -1 (version 1.7.6 software , Nidek Technologies, Japan). The data were analyzed at baseline and 12 weeks after surgery, and were subsequently treated with biofeedback rehabilitation (10 sessions from 10 minutes) .

Autori: Valente S, Cutini A, De Rosa V, Verboschi F, Salomone M.

ABSTRACT

Obiettivo: Valutare la relazione tra l'incidenza di recidiva (ridistacco) e i giorni di ospedalizzazione post-intervento nei pazienti con diagnosi di distacco di retina che hanno subito un intervento chirurgico con approccio ab-externo (cerchiaggio e piombaggio) o approccio ab-interno (vitrectomia e tamponamento con olio o gas).

Materiali e metodi: Lo studio è retrospettivo a partire dal giugno 2010 al novembre 2012 (da agosto 2012 gli interventi chirurgici vengono eseguiti in modalità di day surgery in base alla politica economica), ed ha incluso 268 occhi con diagnosi di primo episodio di distacco di retina di 268 pazienti: 127 maschi (47%) e 141 femmine (53%), età media di 64,1 ± 17,3 anni. 46 pazienti (17%) sono stati sottoposti a chirurgia con approccio ab-externo, invece 222 pazienti (83%) sono stati sottoposti a chirurgia con approccio ab-interno. I pazienti sono stati classificati con il "sistema di classificazione del distacco di retina del Royal College of ophtalmologists" e trattati entro 5 giorni dall' inizio dei sintomi. In tutti i pazienti, la retina è aderente completamente. Il chirurgo e la sala operatoria sono sempre gli stessi. I pazienti sono stati divisi in quattro gruppi a seconda del numero dei giorni di degenza post-operatoria e grado: gruppo A, senza giorni di ricovero (day surgery) è costituito da 57 pazienti di tutti i gradi (21%, 48 ab-interno e 9 ab-externo); gruppo B, un giorno di ricovero in ospedale, è costituito da 75 pazienti di grado 1-2 (28%, 67 ab-interno e 8 abexterno); gruppo C, due giorni di ricovero, è costituito da 79 pazienti grado 3 (29% , 65 ab-interno e 14 ab-externo); gruppo D, tre o più giorni di ricovero, è costituito da 57 pazienti di grado 4 (21%, 42 ab-interno e 15 ab-externo). Il ridistacco è stato considerato entro 30 giorni dopo l'intervento chirurgico. E' stato eseguito il test t student, l'indice di correlazione di Spearman.

Autori: Di Crescenzo C, Valente S, Verboschi F, Salomone M

ABSTRACT

Purpose: To determine the correlation between retinal sensitivity and fixation area , calculated by BCEA , and the change in retinal sensitivity in the various pathologies studied ( Macular Pucker , Degenerative Myopia , Macular Degeneration and Glaucoma ) .

Materials and Methods: We enrolled 47 patients , 28 females and 19 males , aged 61.44 ± 12.32 , for a total of 47 eyes in 13 healthy controls , 12 with macular pucker , 9 with degenerative myopia , 7 with senile macular generation and 6 with glaucoma ; in all patients was carried out using the microperimetry microperimeter MP -1 ( Nidek Technologies ) . We analyzed the normality of the distribution curve of retinal sensitivity test using Curtosi . Statistic significance between the control group and the other groups was evaluated using the Student t test . Spearman's coefficient was calculated for the correlation between retinal sensitivity and fixation area calculated by BCEA in the three standard deviations ( BCEA 1,2,3 respectively).

Pagina 1 di 3

Cerca

Il Dott. Paolo Limoli presenta il Congresso Low Vision Academy 2016

News

Qualità della fissazione in pazienti aff…

07-01-2016 Hits:95079 Low Vision Journal 1/2014 Super User

Autori: Gerace E, Trabucco P, Carnevale C, Rigoni E Scopo del lavoro Valutare la funzione retinica e la stabilità della fissazione nel disturbo depressivo maggiore (DDM) e studiare l’influenza della terapia...

Read more

Studio della fissazione con bivariate co…

07-01-2016 Hits:83432 Low Vision Journal 1/2014 Super User

Autori: Di Crescenzo C, Valente S, Verboschi F, Salomone M ABSTRACT Obiettivo: E’ stata valutata la Sensibilità Retinica, la BCEA 1, BCEA2, BCEA3. L’obiettivo dello studio è determinare la correlazione tra...

Read more

Normal values and repeatibility of bivar…

07-01-2016 Hits:79531 Low Vision Journal 1/2014 Super User

Autori: Rigoni E, Carnevale C, Gerace E, Cacciotti V, Trabucco P Objective/Purpose: To evaluate age-stratified normal bivariate contour ellipse area (BCEA) and repeatability using MP-1 microperimetry. Materials/Patients: 100 eyes of 100 healthy...

Read more

Studio microperimetrico per la funzional…

07-01-2016 Hits:54148 Low Vision Journal 1/2014 Super User

Autori: Salomone M., De Rosa V., Valente S., Di Crescenzo C., Domanico D. Abstract Obiettivo: Determinare se la funzione scotopica misurata dalla Microperimetria MP-1 adattata al buio potrebbe essere utilizzato come marcatore...

Read more

Retinal redetachment and post-operative …

07-01-2016 Hits:31936 Low Vision Journal 1/2014 Super User

Autori: Valente S, Cutini A, De Rosa V, Verboschi F, Salomone M. ABSTRACT Purpose: to evaluate the relation between the incidence of redetachment and post-operative days of hospitalization in patients with...

Read more

Calendario Eventi

Aprile 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Free Joomla! template by L.THEME